Energie Rinnovabili-Biogas

In un contesto di estrema e continua necessità energetica e di elevato rischio ambientale il trattamento anaerobico di matrici organiche con recupero energetico del biogas prodotto risulta oggi un sistema di grande interesse in particolar modo per agricoltori, allevatori e aziende che vogliano trasformare le biomasse(*) a disposizione in energia rinnovabile nell’ottica di un completo recupero di tutte le risorse disponibili.

IMG_2928Il trattamento anaerobico per la produzione combinata di energia elettrica e termica consente infatti di:

  • ridurre il carico organico della matrice trattata e quindi il suo potenziale impatto sull’ambiente;
  • valorizzare energeticamente la sostanza organica attraverso la produzione di biogas ed il suo sfruttamento in unità cogenerative;
  • ridurre i dei costi di smaltimento e di trasporto;
  • impiegare il digestato (ovvero il risultato del trattamento di digestione anaerobica) in agricoltura garantendo:
    • Ridotto impatto odorigeno;
    • Maggiore sicurezza igienico sanitaria;
    • Riduzione delle emissioni atmosferiche.

In tale contesto Envis si occupa di:

  • assistenza in fase di espletamento delle procedure di autorizzazione presso tutte le autorità competenti, ivi comprese eventuali richieste di finanziamento;
  • pianificazione, studi di fattibilità e progettazione degli impianti di digestione anaerobica per ciascuna tipologia di refluo/rifiuto, impiegando anche prove di laboratorio specifiche: test di biometanazione;
  • consulenza e assistenza in fase di realizzazione e direzione lavori;
  • assistenza in fase di avviamento dell’impianto mediante sopralluoghi in sito, finalizzati all’ottimizzazione dei rendimenti di produzione di biogas;
  • assistenza in fase di gestione dell’impianto: Service biologico

Envis si avvale della competenza dei propri tecnici e dei mezzi a disposizione in Envis lab per supportare la fase progettuale e gestionale di un impianto di biogas.

 (*) Ai sensi della normativa della Regione Emilia-Romagna: DGR 1255/08 per biomasse sono da intendersi le seguenti categorie: effluenti di allevamento palabili e non palabili, residui delle coltivazioni, trasformazioni o valorizzazioni delle produzioni vegetali effettuate nell’agro industria, sottoprodotti di origine animale, prodotti agricoli di origine vegetali.

Contattaci per richiedere subito una valutazione di produzione del tuo impianto

Per approfondimenti vedi: